Home Iniziative Attività Scuola Biblioteca Prodotti Chi siamo Buone Notizie


Per i diritti umani in Medio Oriente e Africa del Nord

Ci riuniamo IL GIOVEDI' ALLE 21,15

a

San Lazzaro di Savena (Bologna)

cell.: 388 8266150
gr182@amnesty.it


Saremo lieti di accoglierti, unisciti a noi!

(consigliamo sempre una telefonata per conferma)

Io pretendo dignità

 

La povertà non è né naturale né inevitabile ma è il risultato di decisioni. La povertà non è solo relativa alla mancanza di risorse ma soprattutto ai comportamenti e alle scelte di chi detiene il potere.

Le persone che vivono in povertà sperimentano la loro condizione come mancanza di reddito ma anche, in modo molto forte, come una combinazione di deprivazione, insicurezza, esclusione e impotenza. Queste sono violazioni dei diritti umani!

Almeno 963 milioni di persone ogni sera vanno a dormire affamate, un miliardo di persone vive in insediamenti abitativi precari, ogni minuto una donna muore per complicazioni legate alla gravidanza, 1,3 miliardi di persone non hanno accesso all'assistenza sanitaria di base, 2,5 miliardi di persone non hanno servizi igienici adeguati e 20 mila bambini ogni giorno muoiono per questo: se vuoi cambiare tutto questo, allora devi ascoltarci! Per ottenere un cambiamento profondo, occorre intervenire in tre aree che finora hanno impedito progressi nella lotta alla povertà:

•Responsabilità dei governi, delle imprese e delle istituzioni finanziarie internazionali.
•Accesso ai diritti e ai servizi essenziali per la dignità umana senza discriminazione.
•Partecipazione attiva delle persone che vivono in povertà e dei loro rappresentanti alla lotta contro la povertà.
Con questa campagna Amnesty International intende porre i diritti umani al centro della lotta contro la povertà, perché proteggere i diritti di chi vive in povertà non è solo un'opzione: è un elemento essenziale di qualunque soluzione.


Partecipa anche tu alla campagna "Io pretendo dignità"

 

 

11 marzo 2010: Amnesty International lancia l'azione: 'La risposta sbagliata: Italia: il "Piano nomadi" viola il diritto all'alloggio dei rom' . Per approfondire e firmare l'appello clicca qui

"Sogniamo tutte le notti che i nostri figli avranno una casa dove vivere, così non li chiameranno 'zingari'." (Elpida, una rom macedone, madre di quattro figli, arrivata in Italia nel 1991 insieme al marito. Entrambi hanno il permesso di soggiorno)

Migliaia di rom residenti a Roma rischiano di subire molteplici violazioni dei diritti umani come effetto del "Piano nomadi", avviato il 31 luglio 2009 dal Comune di Roma e dal prefetto di Roma, che prevede la distruzione di oltre 100 campi della capitale.

 

 

Home I Iniziative I Attività I Scuola I Biblioteca I Prodotti I Chi siamo I Buone Notizie I Date
Amnesty San Lazzaro