Home Iniziative Attività Scuola Biblioteca Prodotti Chi siamo Buone Notizie

Per i diritti umani in Medio Oriente e Africa del Nord

Ci riuniamo IL GIOVEDI' ALLE 21,15

a

San Lazzaro di Savena (Bologna)

cell.: 388 8266150
gr182@amnesty.it


Saremo lieti di accoglierti, unisciti a noi!

(consigliamo sempre una telefonata per conferma)

BUONE NOTIZIE

 

Con il nostro paziente lavoro abbiamo ottenuto buoni risultati .... e continuiamo instancabili per ottenerne tanti altri.


21/09/15 - Campagna "Stop alla tortura" - Usa
Il 1° settembre lo stato della California ha patteggiato un ricorso giudiziario federale accettando di limitare l'uso dell'isolamento carcerario, che non può essere a tempo indeterminato.

14/09/15 - Prigionieri di coscienza - Bielorussia
Il 22 agosto 2015 il presidente Alexandr Lukashenko ha graziato per "principi umanitari" sei prigionieri di coscienza adottati da Amnesty International

14/09/15 - Campagna "Stop alla tortura" - Sudan
Cinque delle 10 ragazze di religione cristiana arrestate nel luglio 2015 per "abbigliamento indecente" sono state assolte e rilasciate tra luglio e agosto 2015.

07/09/15 - Prigionieri di coscienza - Thailandia
Il 1° settembre, Alan Morison e Chutima Sidasathian, direttore e redattore del portale online Phuketwan, sono stati prosciolti dalle accuse di cui erano stati incriminati per aver riportato sul loro sito un articolo sul coinvolgimento della Thailandia nel traffico di migranti rohingya del Myanmar.

07/09/15 - Diritti economici, sociali e culturali - Qatar
Il 16 agosto sono entrate in vigore norme che prevedono il pagamento regolare dei salari e un meccanismo di ispezioni che dovrebbe, se applicato correttamente, scongiurare o sanzionare le peggiori forme di sfruttamento dei lavoratori impegnati nella costruzione degli impianti dei campionati mondiali di calcio del 2022.

31/08/15 - Difensori dei diritti umani - Marocco / Sahara Occidentale
Dopo 10 anni di attesa, il 25 agosto 2015 il governo del Marocco ha ufficialmente riconosciuto l'Associazione sahraoui delle vittime di gravi violazioni dei diritti umani.

19 dicembre 2007 : L’Assemblea generale dell’Onu dice sì alla moratoria globale sulla pena di morte
"Oggi è una giornata storica. Il massimo organismo della comunità internazionale, con un'ottima maggioranza, dice al mondo che della pena di morte si può fare a meno. Il percorso abolizionista acquista ora ulteriore velocità. Da domani, Amnesty International chiederà a tutti i governi di rispettare la moratoria. La risoluzione adottata questo pomeriggio è un ulteriore strumento di pressione, nelle nostre mani, per chiedere ai governi che ancora mantengono la pena di morte di avere coraggio. Come sempre, continueremo a lavorare ogni giorno per salvare vite umane in Iran, Cina, Arabia Saudita, Iraq e in quei pochi altri paesi che ancora si ostinano ad applicare la pena di morte.
"
Paolo Pobbiati, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International.

Per aggiornamenti dal sito nazionale: http://www.amnesty.it/archivio-tutte-buone-notizie.html

Press room della Sezione Italiana: http://www.amnesty.it/comunicati-stampa


 

Home I Iniziative I Attività I Scuola I Biblioteca I Prodotti I Chi siamo I Buone Notizie I Date
Amnesty San Lazzaro